frasi Edoardo Albinati

Frasi Edoardo Albinati: le citazioni più celebri e famose

Edoardo Albinati, nato a Roma l’11 ottobre 1956, è uno scrittore, traduttore e sceneggiatore italiano. Lavora come insegnante nel carcere di Rebibbia. e tra i suoi libri più importanti, ricordiamo “Maggio selvaggio”, “Orti di guerra”, “Vita e morte di un ingegnere”. Nel 2016 ha vinto il Premio Strega con La scuola cattolica.

Edoardo Albinati, le frasi più belle

Alcune delle frasi più celebri di Edoardo Albinati.

  • Noi siamo null’altro che fasci di nervi e sensazioni a cui per ragioni giuridiche è stata attribuita un’identità: in modo che quell’incrocio di pulsazioni casuali e caotiche paghi le tasse, erediti la casa dal babbo, all’aeroporto possa ritirare biglietti prepagati a suo nome e occupare il posto assegnato. Niente di più. Niente di più che un comodo sistema per rintracciarti.
  • Finchè tu scagli la tua accusa contro il mondo, invece di sottoportici tu stesso, tu sei in linea col mondo.
  • Non ero sicuro di aver capito bene quello che avevo letto, e, come mi succede spesso, confondevo i pensieri trovati sulla pagina con i miei, quelli già pensati o quelli ancora da pensare.

Edoardo Albinati
  • Viene un tempo in cui i libri è più opportuno mangiarli che pubblicarli. Nutrimento, nascondimento.
  • In un paese di vecchi e nuovi credenti, mi trovo a mio agio con ragazzi di diciassette anni che non credono a nulla.
  • Ci sono storie deliranti nel raccontare le quali più uno esagera, più si avvicina alla verità. Normalmente meglio diffidare dell’enfasi. Chi ha da dire molto mente molto. Ma solo col delirio si può arrivare a comprendere il delirio, ad abbracciarlo, fosse anche per respingerlo da sé.

Ti sono piaciute queste frasi?

Esprimi il tuo voto in stelline!

Voto Medio 0 / 5. Vote count: 0

Non ci sono ancora voti! Sii il primo a condividere il tuo voto.